5 per mille…. a chi lo destinerai?

Scoprilo con la Guida Solidarietà a km0 e scegli tra le tante associazioni vicine a dove vivi tu…

Scarica la Guida Solidarietà a km 0 – 2016 

Perché una GUIDA ALLA SOLIDARIETA’ A KM 0

Si tratta di un progetto promozionale e ”territoriale” che il CSV Perugia ha per la prima volta realizzato in Umbria, con l’adesione del CSV di Terni, partendo dall’ultima edizione del 5 per mille.

Una volta accreditate dall’Agenzia delle Entrate, resta la necessità per le associazioni di essere in grado di informare della propria presenza e della propria attività soprattutto i contribuenti che vivono lo stesso territorio, e quindi condividono, più o meno consapevolmente, le problematiche che quel territorio sviluppa.

SI ritiene, per questo, necessario creare delle occasioni di incontro e di conoscenza tra le associazioni ed il territorio nel quale queste operano, responsabilizzando la cittadinanza e la comunità rispetto ai bisogni che il volontariato e l’associazionismo a loro più prossimo cercano di affrontare con la propria attività.

A partire da queste riflessioni, il CSV Perugia ha ideato il progetto 5perMilleperlUmbria – Solidarietà a chilometro zero…

In cosa consiste il progetto Solidarietà a chilometri zero

E’ un progetto di promozione di carattere territoriale, che prevede una comunicazione capillare e diffusa, finalizzata, in primis, ad informare i contribuenti in merito alla presenza ed al ruolo nella comunità di quelle associazioni tra le quali decidere di destinare il proprio 5 per mille.

Aderendo a questo progetto “promozionale”, le associazioni sono rientrate in un processo di informazione diffusa a livello locale, assumendosi, nello stesso tempo, l’impegno di massima trasparenza e comunicazione verso la propria comunità, in riferimento alla finalizzazione dei contributi raccolti con il 5per mille.

Attraverso l’adesione, le Associazioni sono state inserite in una Guida alla solidarietà a chilometri zero (in formato stampa e web), con schede dettagliate sulle attività realizzate dalle associazioni, divise per area tematica e territoriale, che sono state veicolate e diffuse in tutti i canali promozionali e presso i soggetti aderenti al progetto.

Coerentemente alla natura di un centro di servizi, l’intendimento del progetto resta quello di sostenere anche l’Associazionismo la cui attività ricade nel territorio regionale, e questo, lungi dal rappresentare un interesse particolaristico o localistico può al contrario essere l’occasione, finalmente, di dare il giusto risalto a tutto quell’associazionismo che vive nell’ombra ed è spesso escluso dalla opportunità di attingere a risorse preziose per la propria attività, proprio perché la sua azione non è opportunamente veicolata nei territori in cui ricade.

Un associazionismo, locale, di quartiere, conosciuto e “riconoscibile” nella figura del Presidente o dei volontari che ne fanno parte,  che è immediatamente “sotto la lente di ingrandimento” di un controllo sociale benefico da parte dei contribuenti che una volta fatta la propria scelta, sono nella condizione di sapere se quella scelta è andata o meno a buon fine. Se così non fosse, il prossimo anno il proprio 5 per mille sono liberi, ma a questo punto, in piena consapevolezza e responsabilità, di destinarlo ad una associazione diversa.

Guida Solidarietà a km 0 – 2016

5xmille

Condividi
Blog Attachment