Fondazione fa rima con… innovazione

bando tema minuta

A Perugia un incontro di accompagnamento per comprendere i nuovi strumenti che la Fondazione Cassa Risparmio Perugia mette a disposizione di chi presenta progetti.

di Giampiero Bianconi*

Nuovi processi, nuovi strumenti, nuove competenze.  La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha raccolto la sfida inevitabile e costante della trasformazione del contesto sociale ed economico in cui opera, perfezionando e rendendo più efficaci ed efficienti le modalità di intervento a sostegno della comunità. Innovazione è la parola chiave che ci ha portato a scegliere di intraprendere un’azione sempre più propositiva e partecipativa per contribuire a valorizzare e far emergere le energie positive presenti nel nostro territorio.

Con l’introduzione di bandi a tema, nel 2018, abbiamo adottato un nuovo strumento erogativo, ma soprattutto un modello partecipativo che, attraverso tavoli di confronto con Istituzioni, il Terzo settore e tutti gli attori sociali interessati, ci permette di raccogliere le istanze che provengono dal territorio e di agire sui bisogni reali della popolazione, dando vita a progetti che hanno un impatto concreto sullo sviluppo e sul miglioramento del livello di vita, con particolare attenzione alle categorie più fragili e svantaggiate.

Dall’arte all’educazione, dallo sviluppo tecnologico alla ricerca scientifica, dal volontariato agli anziani, i temi scelti per ciascun settore nell’ambito della programmazione annuale dei nostri bandi sono il frutto di questo lavoro di squadra dove ha assunto un ruolo fondamentale la costituzione di apposite commissioni tecniche composte da esperti interni ed esterni alla Fondazione. I risultati dello scorso anno ci hanno confermato la validità della nostra scelta, con un livello di adesione ai diversi bandi di gran lunga superiore alle nostre aspettative, a significare che i temi oggetto di attenzione sono stati centrati.

La nostra Fondazione proseguirà su questo percorso, migliorato ed affinato grazie all’esperienza passata. A dicembre 2018 abbiamo presentato il programma completo dei bandi 2019 per facilitare gli Enti nella scelta dei temi e nella pianificazione dei progetti e per consentire a tutti coloro che possiedono i necessari requisiti di avere accesso alle opportunità messe in campo dalla Fondazione. Abbiamo eliminato il cartaceo introducendo la piattaforma ROL, il nuovo strumento online accessibile dal nostro sito web www.fondazionecrpg.com attraverso il quale vengono presentate le domande e viene effettuata la gestione delle richieste di contributo relative ai bandi stessi. Abbiamo realizzato una serie di manuali di indirizzo e di video tutorial, consultabili sempre dal nostro sito, che fungono da guida nelle varie tappe di gestione delle procedure.

Sin dall’inizio nel percorso i soggetti interessati vengono accompagnati attraverso momenti formativi finalizzati ad approfondire i contenuti del bando, le modalità di presentazione della domanda e le procedure di rendicontazione da espletare nel caso di ammissione al finanziamento. Uno di questi incontri si tiene martedì 12 febbraio, dalle 14.30 alle 17.30, presso la Sala delle Colonne della nostra sede, Palazzo Graziani, ed è destinato a coloro che parteciperanno al Bando 2/2019 del settore Volontariato, filantropia e beneficenza “Spazi che generano comunità” aperto fino al prossimo 3 maggio.

Invitiamo tutti gli interessati a partecipare non solo all’appuntamento del 12 febbraio ma anche a tutti i successivi incontri che programmeremo per approfondire i bandi futuri, con lo scopo di fornire chiarimenti, informazioni e strumenti utili e per portare avanti insieme un percorso che dalla valutazione ex-ante di un progetto e delle sue potenzialità, ci permette di monitorarne i risultati e di capire l’effetto che la nostra azione produce, per migliorare e perfezionare il nostro lavoro e quello di coloro che sosteniamo.

Questo processo non è casuale, è frutto di una strategia condivisa da tutti gli Organi che ha portato e porterà ancora la Fondazione a “mettersi in gioco” nella massima trasparenza dei processi erogativi affinché le risorse – in una logica di collaborazione sempre più improntata sulla complementarietà e alla sussidiarietà orizzontale – producano risultati tangibili e sostenibili nel tempo.  In un contesto socio-economico sempre più a rischio, con crescenti fragilità sociali e con fondi pubblici e privati sempre più esigui, crediamo che sia un dovere che abbiamo nei confronti della collettività.

Partecipa all’evento del 12 febbraio

Tutte le informazioni

 

*Giampiero Bianconi è Presidente della Fondazione Cassa Risparmio Perugia

 

 

 

 

Condividi

Leave us a Comment